Author: Assobioplastiche

Tale percentuale (40%), pertanto, fa riferimento al contenuto di materia prima rinnovabile (origine delle materie prime con cui è realizzato il prodotto), ossia al contenuto di carbonio organico, e non già alla compostabilità o alla biodegradabilità (fine vita del prodotto) che, invece,non solo devono essere superiori al 90% (in base a UNI EN 13432) ma anche certificate conformi allo standard internazionale UNI EN 13432 da organismi accreditati.Assobioplastiche, inoltre, precisa il corretto...

Read More

La dodicesima conferenza europea sulle bioplastiche, tenutasi il 28 e 29 novembre 2017 a Berlino, ha mostrato come le bioplastiche stiano facendo la differenza nel promuovere le innovazioni per una maggiore sostenibilità, efficienza delle risorse e funzionalità. Nel suo discorso di apertura, François de Bie, Presidente di European Bioplastics (EUBP), l'organizzatore della conferenza, ha evidenziato alcuni dei principali risultati del settore delle bioplastiche nell'ultimo anno:...

Read More

Intervenuto giovedì in seduta plenaria alla Cop 23 che si chiude oggi a a Bonn, il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, ha annunciato che l'Italia sta lavorando a livello interministeriale con l'obiettivo di proporre la candidatura a ospitare nel 2020 la Cop 26. Nel suo intervento, dopo aver ricordato che l'Italia sta facendo la sua parte per essere in linea con gli accordi presi a...

Read More

Si è svolto al Centro Congressi Fondazione Cariplo il Convegno su "Il settore del biowaste: caratteristiche e opportunità per plastiche e bioplastiche compostabili." [wpdm_package id='10736']   Scarica gli interventi:   Il mercato degli imballaggi in plastica e bioplastica: immesso al consumo [wpdm_package id='10740']     I monitoraggi presso gli impianti del Consorzio Italiano Compostatori [wpdm_package id='10747']   I Monitoraggi presso gli impianti di selezione della raccolta differenziata degli imballaggi in plastica [wpdm_package id='10754']   Le ricerche e gli studi del...

Read More

"L'ipotesi di 10 centesimi è un'informazione priva di qualsiasi fondamento. Uno shopper (per il trasporto merci, ndr) costa 10 centesimi, un sacchetto frutta e verdura è 5 volte più piccolo. Allora se costa 10 centesimi non è una questione di prezzo ma un fatto di speculazione".Così il presidente di Assobioplastiche Marco Versari risponde all'Adnkronos sulla questione dei sacchetti per gli alimenti sfusi che dal primo...

Read More