Username:

Password:

Fargot Password? / Help

News, Eventi e Comunicati - Anno 2017

rassegna

Selezione rassegna stampa giugno 2016-maggio 2017

Selezione rassegna stampa giungo 2016-maggio 2017


ANNI PRECEDENTI ----------------> 2016 - 2015 - 2014 - 2013 - 2012 - 2011



16nov

Galletti, Italia si candida per Cop 26 nel 2020

Intervenuto giovedì in seduta plenaria alla Cop 23 che si chiude oggi a a Bonn, il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, ha annunciato che l'Italia sta lavorando a livello interministeriale con l'obiettivo di proporre la candidatura a ospitare nel 2020 la Cop 26. Nel suo intervento, dopo aver ricordato che l'Italia sta facendo la sua parte per essere in linea con gli accordi presi a Parigi con la Cop 21, il ministro ha ricordato che l'Italia ha appena approvato la Strategia per lo Sviluppo Sostenibile e la nuova Strategia Energetica Nazionale, che prevede di eliminare l'uso del carbone entro il 2025 e raggiungere il 55% di produzione elettrica da energie rinnovabili entro il 2030. “Il nostro impegno, ha proseguito Galletti , ha un orizzonte globale: l'Italia è tra i principali donatori della finanza per il clima, per realizzare azioni di mitigazione e adattamento nei Paesi in via di sviluppo più esposti ai danni delle variazioni climatiche”. “Collaboriamo e riconosciamo il ruolo chiave del Fondo per l'Adattamento”, ha detto Galletti, annunciando “l'intenzione di continuare nel prossimo futuro a sostenere il Fondo con ulteriori sette milioni di euro”.

“L'Italia, ha aggiunto il ministro, è fortemente impegnata nel supporto della costruzione della Rete dei Centri Finanziari Verdi, per dare ulteriori strumenti alla finanza per il clima, e il nostro impegno verso l'Africa è rafforzato dalla creazione a Roma del Centro per l'Africa”. Il ministro ha anche ringraziato la presidenza di Fiji, ricordando l'importanza “della leadership delle piccole isole” e assicurando che l'Italia “continuerà a lavorare con tutti i partner e in particolare con quanti dispongono di minori capacità e risorse o sono più vulnerabili ai mutamenti del clima”. “Quando parliamo di clima, ha concluso Galletti, non esistono Stati ricchi e Stati poveri, Paesi forti e Paesi deboli. Esistono solo le persone, i nostri figli cui assicurare un futuro”.





12ott

Il presidente Versari ha rilasciato un'intervista per il primo canale digitale di news del Kazakhstan "24Kz" afferente la nuova legge sulle borse di plastica.




folder-blue-internet-icon vai al servizio







09ott

Si è svolto al Centro Congressi Fondazione Cariplo il Convegno su "Il settore del biowaste: caratteristiche e opportunità per plastiche e bioplastiche compostabili."




Scarica il programma del Convegno:

programma Convegno


Scarica gli interventi:

Il mercato degli imballaggi in plastica e bioplastica: immesso al consumo
Paolo Arcelli

I monitoraggi presso gli impianti del Consorzio Italiano Compostatori
Massimo Centemero

I Monitoraggi presso gli impianti di selezione della raccolta differenziata degli imballaggi in plastica
Claudia Anna Beretta

Le ricerche e gli studi del progetto Dicheplastica6, la sintesi degli approfondimenti scientifici della filiera del biowaste
Fabrizio Adani    Mario Grosso    Alberto Confalonieri

Campagna di comunicazione Dicheplastica6
Alberto Sperotto




06ott

Sacchetti cibo sfuso, "10 cent ipotesi infondata"

"L'ipotesi di 10 centesimi è un'informazione priva di qualsiasi fondamento. Uno shopper (per il trasporto merci, ndr) costa 10 centesimi, un sacchetto frutta e verdura è 5 volte più piccolo. Allora se costa 10 centesimi non è una questione di prezzo ma un fatto di speculazione". Così il presidente di Assobioplastiche Marco Versari risponde all'Adnkronos sulla questione dei sacchetti per gli alimenti sfusi che dal primo gennaio dovranno essere biodegradabili e compostabili e a pagamento. .

folder-blue-internet-icon vai alla notizia




03ott

Video: la beffa dei sacchetti ecologici del supermercato che si pagano cari e si rompono subito

E' disponibile il servizio video di Roberto La Pira, direttore e animatore de Ilfattoalimentare.it, in cui il medesimo La Pira affronta il tema della resistenza dei sacchetti in bioplastica, evidenziando la vera causa del problema delle rotture.

folder-blue-internet-icon vai al servizio



02ago

AL BANDO ANCHE LE BUSTE LEGGERE E ULTRALEGGERE NON COMPOSTABILI
A partire dal 1° gennaio 2018, che siano con o senza manici, anche i sacchi leggeri e ultraleggeri – ossia con spessore della singola parete inferiore a 15 micron - utilizzati per il trasporto di merci e prodotti, a fini di igiene o come imballaggio primario in gastronomia, macelleria, pescheria, ortofrutta e panetteria, dovranno essere biodegradabili e compostabili secondo la norma UNI EN 13432 con un contenuto minimo di materia prima rinnovabile di almeno il 40% e dovranno essere distribuiti esclusivamente a pagamento.

La nuova norma permetterà finalmente di reprimere la pratica illegale di diciture quali “sacchetti a uso interno” messa in atto per eludere la legge sugli shopper e che tanti danni ha provocato all’ambiente, ai retailer onesti e alla filiera dei produttori e trasformatori di biopolimeri.

leggi il CS



22giu

Nell’ambito della XXIV edizione di Comuni Ricicloni, il concorso di Legambiente patrocinato dal Ministero per l'Ambiente che premia le comunità locali, gli amministratori e i cittadini che hanno ottenuto i migliori risultati nella raccolta e gestione dei rifiuti, quest’anno Assobioplastiche conferisce il suo premio alla Guardia di Finanza-Nucleo Speciale Tutela Proprietà Intellettuale e ad Arpa Umbria.

leggi il CS



15mag

OPERAZIONE “UNI EN 13432” - LA GUARDIA DI FINANZA IN DIFESA DELLA “GREEN ECONOMY”: MAXI SEQUESTRI IN TUTTA ITALIA DI SACCHETTI DI PLASTICA ILLEGALI.

leggi il CS




05apr

PROVINCIA DI ROVIGO: LA GDF SEQUESTRA BUSTE DI PLASTICA FUORILEGGE

VERSARI: “L’ILLEGALITA’ STA DIVENTANDO UNA PIAGA. NECESSARI PIU’ CONTROLLI E PIU’ SANZIONI. ANCHE CAMERE DI COMMERCIO E ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA DEVONO INIZIARE AD AGIRE”

CS Assobioplastiche Commento operazione GDF Rovigo



24FEB

FIRMATO PROTOCOLLO D’INTESA CON ROMA CAPITALE E AMA SPA PER LA PROMOZIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI ORGANICI

Roma, 24 febbraio 2017 – Favorire la transizione verso un sistema virtuoso di gestione dei rifiuti implementando in maniera stabile e strutturale la raccolta differenziata della frazione organica e avviando i necessari impianti di compostaggio, nel pieno rispetto delle normative vigenti in tema di imballaggi e conferimento dei rifiuti: questi in sintesi gli obiettivi del protocollo d’intesa tra Roma Capitale, AMA SpA e Assobioplastiche firmato oggi dall’assessore alla Sostenibilità Ambientale Pinuccia Montanari, dal direttore di AMA Stefano Bina e dal Vicepresidente di Assobioplastiche Armido Marana.

CS Assobioplastiche Protocollo d'intesa Roma Capitale AMA